Close
Free HTML5 Bootstrap Template

Il riconoscimento della raggiunta parità esiste per ora negli articoli della nuova Costituzione.
Questo è un buon punto di partenza per le donne italiane, ma non certo un punto di arrivo. Guai se considerassimo questo un punto di arrivo, un approdo

(Teresa Mattei)

Prev Next
Image

Teresa Noce Longo

Data di nascita e morte: 1900 Torino - 1980 Bologna

Anni al momento dell'elezione all'Assemblea Costituente: 46

Titolo di studio: scuola elementare

Professione: operaia, poi redattrice

Sposata al momento dell'elezione: sì, dal 1926 con Luigi Longo, anch'eli padre costituente

Eletta nel collegio di: Parma- Modena-Piacenza-Reggio Emilia

Partito: PCI

Apprendistato politico: Operaia fin da bambina, partecipa alle lotte operaie a Torino contro la guerra. Iscritta al Partito socialista nel 1919, fondatrice del circolo giovanile socialista torinese, che nel 1921 aderisce alla Federazione giovanile comunista d’Italia (FGCI). Nel 1923 assume la direzione della Federazione giovanile comunista e del giornale «La voce della gioventù», subisce un primo arresto ma è subito rilasciata. Nel 1926 espatria clandestinamente prima a Mosca, poi in Francia e in Svizzera con il marito Luigi Longo. Nel 1928 è a Mosca per frequentare la scuola leninista. Nel 1929 a Parigi fa parte del ristretto gruppo guidato da Togliatti, Grieco e Longo. Rientrata clandestinamente in Italia nel 1931, organizza lo sciopero delle mondine; è redattrice de «l’Unità» clandestina.
Nel 1933 è di nuovo a Mosca, poi ancora a Parigi dove contribuisce alla nascita di «Noi Donne».
Nel 1936, allo scoppio della guerra civile, è in Spagna, assume il nome di battaglia di Estella e dirige il giornale delle Brigate Garibaldi.
Rientrata a Parigi nel 1939 è internata nel campo di concentramento di Rieucros e liberata dopo l’armistizio franco-tedesco per intervento delle autorità sovietiche, allora, alleate alla Germania nazista.
Teresa Noce lavora per il Partito comunista francese come responsabile della MOI (Mano d’opera immigrata) a Marsiglia e collabora con i «francs tireurs et partisans». Nel marzo del 1943 è arrestata dalla polizia francese e rinchiusa nel carcere femminile della Roquette.
Nell’agosto del 1944 è trasferita prima nel campo di concentramento di Ravensbruck, poi in quello di Holleischen (Cecoslovacchia). Liberata nel 1945, torna a Parigi dove è arrestata, dalla polizia francese, per sospetto collaborazionismo con i tedeschi. Rilasciata, rientra in Italia e a Milano riprende la sua attività politica nelle file del PCI.
Eletta nel gennaio 1946 nel comitato centrale e della direzione del partito, si occupa dell’organizzazione delle masse femminili.
Nel 1945 è membro della Consulta nazionale, dove viene assegnata alla Commissione Affari politici e Amministrativi; nel 1946 viene eletta all’Assemblea Costituente.

In Assemblea costituente:

Fa parte della Commissione dei 75 e partecipa ai lavori della Terza Sottocommissione, che si occupa dei diritti e doveri economico-sociali; interviene in favore delle garanzie economiche e sociali per l’assistenza della famiglia, sul diritto al lavoro e all’assistenza, sul diritto di proprietà e intrapresa Economica.

Commissione per la Costituzione. III Sottocommissione
Relazione sulle garanzie economico-sociali per l’assistenza della famiglia

Commissione per la Costituzione. III Sottocommissione - Discussione:
- Sui lavori della Sottocommissione - Seduta II, 09.09.1946
- Sul diritto di proprietà e di intrapresa economica - Seduta XVII, 01.10.1946- Seduta XVIII, 02.10.1946 - Seduta XX, 03.10.1946 - Seduta XXI, 03.10.1946- Seduta XXII, 04.10.1946 - Seduta XXIII, 04.10.1946
- Diritti di associazione e ordinamento sindacale - Seduta XXXII, 17.10.1946
- Garanzie economico-sociali per l’assistenza della famiglia - Seduta VI, 13.09.1946 - Seduta VII, 18.09.1946 - Seduta VIII, 19.09.1946
- Diritto all’assistenza - Seduta IV, 11.09.1946

Free HTML5 Bootstrap Template by FREEHTML5.co

Successive legislature: rielette nella prima e nella seconda legislatura. Si deve a Teresa Noce, prima firmataria, il progetto di legge in difesa della maternità, proposto dalla CGIL nell'agosto 1947 e approvato dal Parlamento nel giugno 1948, che prevedeva l'estensione del diritto al riposo per maternità a tutte le lavoratrici, riposo obbligatorio pagato al 100%, istituzione dei nidi d'infanzia e delle sale per l'allattamento nei luoghi di lavoro. Nel febbraio 1952 presenta una proposta di legge per la parificazione dei salari delle lavoratrici. La separazione dal marito 1953 la determina ad allontanarsi dalla vita politica. Non si ricandida alle elezioni per la terza legislatura

Free HTML5 Bootstrap Template by FREEHTML5.co

Altri incarichi: Segretaria generale della Federazione impiegati e operai tessili (FIOT) dal 1947 al 1955; segretaria dell’Unione internazionale dei sindacati tessili e dell’abbigliamento (UISTA).
Dal 1959 è consigliere del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro (CNEL), in rappresentanza della CGIL.

 

Bibliografia essenziale:

T. Noce, Agosto 1917. I fatti di Torino, Malia, Paris 1928.
T. Noce, L’occupazione delle fabbriche, Malia, Paris 1929.
T. Noce, In prima fila le lavoratrici per il pane ed il lavoro!, Edizioni del Pcd’I, .l. 1931.
T. Noce, L’operaia in Russia e in Italia, Edizioni del PCd’I, s.l. 1931.
T. Noce, Due anniversari, due mondi, Edizioni del PCd’I, s.l. 1932.
T. Noce, La religione non deve impedire la riunione di tutti gli sfruttati: dedicato alle lavoratrici cattoliche, Edizioni del PCd’I, s.l. 1932.
T. Noce, Sulle lotte degli operai e delle mondine, Malia, Paris 1932.
T. Noce, Sull’Unione Sovietica, Malia, Paris 1932.
T. Noce, Discorso ai volontari comunisti, Edizione del PCS, Madrid 1937.
T. Noce, Gioventù senza sole, Paris 1937.
T. Noce, Tra gli eroi e i martiri della libertà, Edizioni delle Brigate Internazionali, Madrid 1937.
T. Noce, Garibaldini in Spagna, Madrid 1938.
T. Noce, Teruel: martirio e liberazione di un popolo, Edizioni del Commissariato delle Brigate Internazionali, Barcellona 1938.
I Deputati e Senatori del primo Parlamento Repubblicano, La Navicella, Roma 1949.
T. Noce, Ma domani farà giorno, Milano 1951.
T. Noce, Regolamentazione del lavoro a domicilio in un progetto di legge degli on.li Di Vittorio, Santi, Maglietta e Teresa Noce, Tip. Istituto della Stampa, Napoli 1951.
G. Di Vittorio, L. Saillant, T. Noce, Unità dei lavoratori tessili e dell’abbigliamento per l’elevamento del tenore di vita, per lo sviluppo economico e sociale, per l’indipendenza nazionale, per le libertà democratiche, per la pace, Edizioni della Voce della Fiot, Milano 1953.
G. Vaccaro, Panorama biografico degli italiani d’oggi, vol. II, A. Curcio, Roma 1956.
G. Galli, Storia del Partito comunista italiano, Schwartz, Milano 1958.
T. Noce, Le avventure di Layka, cagnetta spaziale, Gastaldi, Milano 1959.
F. Scarano, Chi è? Dizionario biografico degli italiani d’oggi, Roma 1961.
P. Spriano, L’occupazione delle fabbriche, Einaudi, Torino 1964.
P. Spriano, Storia del Partito Comunista Italiano, Einaudi, Torino 1967-1975.
P. Spriano, Storia di Torino operaia e socialista, Einaudi, Torino 1972.
G. Amendola, Lettere a Milano. Ricordi e documenti 1939-1945, Editori Riuniti, Roma 1973.
G. Bocca, Palmiro Togliatti, Laterza, Roma-Bari 1973.
T. Noce, Rivoluzionaria professionale. La storia del PCI nella vita appassionata di una donna, La Pietra, Milano 1974.
G. Amendola, Fascismo e movimento operaio, Editori Riuniti, Roma 1975.
T. Detti (a cura di), Il movimento operaio italiano. Dizionario biografico 1853-1943, vol. III, Editori Riuniti, Roma 1977.
B. Guidetti Serra, Compagne, Einaudi, Torino 1977.
G. Pajetta, Ricordi di Spagna, Editori Riuniti, Roma 1977.
T. Noce, Ricordi su Gramsci, in Gramsci vivo nelle testimonianze dei suoi contemporanei, a cura di M. Paulesu Quercioli, Feltrinelli, Milano 1977.
T. Noce, Vivere in piedi, Mazzotta, Milano 1978.
G. Gerosa, Le compagne, Rizzoli, Milano 1979.
E. Scroppo, Donna, privato e politica, Mazzotta, Milano 1979.
G. Amendola, Un’isola, Rizzoli, Milano 1980.
M. Ceratto, Il chi è delle donne italiane 1945-1982, Mondadori, Milano 1982.
P. Secchia (a cura di), Enciclopedia dell’antifascismo e della Resistenza, vol. IV, La Pietra, Milano 1984.
ANPPIA (a cura di), Contributo delle donne perseguitate politiche antifasciste e partigiane alla elaborazione e attuazione della Costituzione Italiana, Perugia 1987.
T. Noce, L’unico di tutto il Partito che cercasse di conciliare teoria e pratica a proposito dell’emancipazione femminile, in Gramsci raccontato, a cura di C. Bermani, Edizioni Associate, Roma 1987.
AA.VV., Le donne nel Parlamento della Repubblica dalla Consulta alla VII Legislatura, Fondazione Cesira Fiori, s.l. 1989.
C. Dau Novelli, Le donne in Parlamento, in Il Parlamento Italiano 1861-1988, vol. XV, 1948-1949, De Gasperi e la scelta occidentale, la strategia del centrismo, Nuova CEI, Milano 1991.
M. Mafai (a cura di), Le donne italiane. Il chi è del ’900, Rizzoli, Milano 1993.
R. Martinelli, Storia del Partito comunista italiano. Il «Partito nuovo» dalla Liberazione al 18 aprile, Einaudi, Torino 1995.
M. Addis Saba, M. De Leo, F. Taricone, Alle origini della Repubblica. Donne e Costituente, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Commissione nazionale per la parità e le pari opportunità tra uomo e donna, Dipartimento per l’informazione e l’editoria, Roma 1996.
Associazione Nazionale ex Deportati, Sezione di Roma (a cura di), Un silenzio della storia. L’ombra del Lager e la luce della volontà di riscatto nella formulazione dei Principi Fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana. Tre seminari di studio dedicati alle deputate dell’Assemblea Costituente ed ex-deportate Teresa Noce ed Elettra Pollastrini, Discoteca di Stato, Roma, settembre 1997.
G. Gozzini, R. Martinelli, Storia del Partito comunista italiano. Dall’attentato a Togliatti all’VIII Congresso, Einaudi, Torino 1998.
C. Malandrino, Teresa Noce, in I deputati piemontesi all’Assemblea Costituente, a cura di C. Simiand, Franco Angeli, Milano 1999.
E. Collotti, R. Sandri, F. Sessi (a cura di), Dizionario della Resistenza, vol. II, Einaudi, Torino 2001.
M. Boneschi, Di testa loro. Dieci italiane che hanno fatto il Novecento, Mondadori, Milano 2002.
V. De Grazia, S. Luzzatto, Dizionario del Fascismo, Einaudi, Torino 2003.
P. Battista, Teresa Noce, in, Italiane, vol. II, Dalla prima guerra mondiale al secondo dopoguerra, a cura di E. Roccella, L. Scaraffia, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per l’informazione e l’editoria, Roma 2004.
L. Pisano (a cura di), Donne del giornalismo italiano. Da Eleonora Fonseca Pimentel a Ilaria Alpi. Dizionario storico bio-bibliografico. Secoli XVIII-XX, Franco Angeli, Milano 2004.
G. Galeotti, Storia del voto alle donne in Italia, Biblink, Roma 2006.
Paola Cioni, Vivere in piedi. Teresa Noce, in Aa.Vv, Donne della repubblica, Il Mulino, Bologna 2016
P. Gabrielli, Teresa Noce: la rivoluzionaria professionale, in Patrizia Gabrielli, Il primo voto. Elettrici ed elette, Castelvecchi, Roma 2016