Consistenza: registri fascicoli condizionati in 6 buste, (per un totale di 1 metro lineare)

Donato da Adolfo Turbanti nel 2004, il fondo non è stato riordinato. Il materiale documenta l’attività dei gruppi della sinistra rivoluzionaria presenti a Grosseto fra il 1971 e il 1978. Comprende volantini, manifesti, opuscoli, documenti interni di analisi politica e di indirizzo per i militanti. Vi sono anche ritagli di giornali nazionali espressione della medesima area politica.

La raccolta non è stata disposta dai gruppi dirigenti locali di quelle formazioni politiche, ma deriva dall’iniziativa personale e non coordinata di alcuni militanti di base e può rispecchiare dunque, nel suo complesso, punti di vista e sensibilità non necessariamente corrispondenti ai caratteri con cui si manifestò localmente la loro attività.

La collezione di ritagli di stampa evidenzia ancor più questo aspetto. Il criterio prevalente è quello della documentazione del dibattito interno, sviluppato a livello nazionale, a cui erano chiamate in vario modo a partecipare le sezioni locali. Inevitabilmente, nella selezione del materiale, vennero privilegiate le posizioni ritenute più vicine da quanti provvidero alla raccolta o, quanto meno, le parti o i momenti del dibattito in cui maggiormente essi si sentivano coinvolti.

Fa parte del fondo la raccolta del periodico “Unità operaia”, organo del gruppo marxista-leninista “Lega dei comunisti”, presente in Toscana e a Roma, sorto dalla scissione che pose termine all’esperienza del “Potere operaio” pisano. Da quella stessa scissione pisana ebbe origine «Lotta continua» che del “Potere operaio” ereditò la componente “spontaneista”.

Completa il fondo una serie di raccolte di riviste tra cui: “Testimonianze”, la rivista fondata da Padre Ernesto Balducci (1971-1984); “Note di cultura” periodico cattolico fiorentino (1969-1973), Monthly review edizione italiana (1971-1983), “I Consigli“, rivista della Federazione Lavoratori Metalmeccanici (FLM), (1962),  quaderni supplemento de “I Consigli“, 1976-1979.