Close
Free HTML5 Bootstrap Template

Il riconoscimento della raggiunta parità esiste per ora negli articoli della nuova Costituzione.
Questo è un buon punto di partenza per le donne italiane, ma non certo un punto di arrivo. Guai se considerassimo questo un punto di arrivo, un approdo

(Teresa Mattei)

Prev Next
Image

Maria Federici Agamben

Data di nascita e morte: 1899 L'Aquila - 1984

Anni al momento dell'elezione all'Assemblea Costituente: 47

Titolo di studio: Laureata in lettere

Professione: insegnante di italiano e storia e giornalista. Autrice di pubblicazioni scolastiche

Sposata al momento dell'elezione: dal 1926 è sposata con Mario Federici, autore e critico teatrale antifascista e perseguitato dal regime

Eletta nel collegio di: collegio unico nazionale

Partito: DC

Apprendistato politico: è costretta a trasferirsi all'estero col marito, perseguitato politico; torna in Italia solo dopo l'8 settembre e prende parte alla Resistenza romana. Fa parte dell'UDAC (Unione donne Azione Cattolica) e poi eletta delegta femminile delle ACLI nell'agosto del 1944. E' tra le fondatrici del CIF, di cui diventa la prima Presidente.

Successive legislature: nella prima legislatura (1948-1953) è componente della XI Commissione (Lavoro e Previdenza sociale) e della Commissione parlamentare di inchiesta sulla disoccupazione. Fu relatrice del ddl sulla tutela fisica ed economica delle lavoratrici madri, convertito poi legge n. 860 del 1950.

Altri incarichi: Nel 1947 fonda l'ANFE (associazione nazionale famiglie emigrati), di cui rimane presidente fino al 1981. Nel 1950 è tra le fondatrici del CIDD (Comitato di difesa morale e sociale della donna) che opera per l'approvazione della legge Merlin e si occupa del reinserimento in società delle ex prostitute.

In Assemblea costituente:

Fa parte della Commissione dei 75, III sottocommissione. Con Maria Maddalena Rossi riesce a far mettere ai voti un doppio emendamento sull'accesso delle donne alla magistratura in modo che, bocciato quello di Rossi che esplicitamente stabiliva il diritto, potesse passare il suo, che semplicemente eliminava il divieto (bisognerà aspettare il 1963 perchè sia consentito anche alle donne di partecipare ai concorsi in magistratura).

Commissione per la Costituzione, III Sottocommissione
Relazione sulle garanzie economico-sociali per l’esistenza della famiglia

Commissione per la Costituzione, Adunanza plenaria - Discussioni:
- Sulla famiglia - Seduta XII, 15.01.1947
- Sulla Magistratura - Seduta XXVII, 31.01.1947

Commissione per la Costituzione, III Sottocommissione - Discussioni:
- Garanzie economico-sociali per l’assistenza della famiglia - Seduta VI, 13.09.1946 - Seduta VII, 18.09.1946
- Sui lavori della Sottocommissione - Seduta I, 15.01.1947
- Sul diritto di proprietà - Seduta XVII, 01.10.1946- Seduta XX, 03.10.1946 - Seduta XXI, 03.10.1946
- Garanzie economico-sociali del diritto all’affermazione della personalità del cittadino - Seduta VIII, 19.09.1946- Seduta IX, 20.09.1946
- Sul diritto di proprietà - Seduta XV, 30.09.1946

Assemblea – Emendamenti:
- Titolo II – rapporti etico-sociali (Discussione artt. 27-28) - Seduta CIII, 24.04.1947 - Seduta CV, 29.04.1947
- Titolo III- Rapporti economici (discussione artt. 30-34) - Seduta CXVI, 08.05.1947- Seduta CXIX, 10.05.1947
- Titolo IV, La Magistratura (art.98) - Seduta CCCVI, 26.11.1947- Seduta CCCVII, 26.11.1947
- Titolo IV- Rapporti politici (discussione artt. 45-49) - Seduta CXXIX, 22.05.1947

Bibliografia essenziale: